Aikido

COS’E’ L’AIKIDO

Dopo tanti anni ancora mi risulta difficile definire a parole cosa sia l’Aikido, in questo blog  troverete esclusivamente le mie riflessioni e sensazioni personali.
Una cosa di cui sono convinta è che molte risposte a questa domanda si possano trovare nella pratica.

L’Aikido è un’arte marziale tradizionale giapponese fondata dal Maestro Morihei Ueshiba (1883-1969) come disciplina di corpo, mente e spirito, in cui senza utilizzo della forza e attraverso movimenti naturali e fluidi ci si fonde e armonizza ad un attacco piuttosto che combatterlo.  Si enfatizzano aspetti quali il tempismo appropriato, la gestione dello spazio, l’armonizzazione e la presenza mentale e fisica.
La pratica dell’Aikido allena il corpo e aumenta la consapevolezza corporea ma  contemporaneamente apre la porta alla più profonda via spirituale e filosofica.
Lo studio dell’Arte si effettua nel Dojo, letteralmente “luogo dove si pratica la Via” inteso come luogo in cui si trovano persone accomunate da uno stesso intento, in atteggiamento di collaborazione reciproca e in assenza di giudizio.

ac9f0-dsc00350

A differenza di altre arti marziali, l’Aikido non prevede alcun tipo di agonismo, il fondatore credeva che “l’unica vera vittoria è la vittoria su se stessi” concetto espresso in tanti sui scritti e che ha sviluppato e insegnato nel corso della sua vita.

“Non ci sono competizioni nell’Arte della Pace. Un vero guerriero è invincibile perché non compete con nulla. Vincere significa sconfiggere la mente conflittuale che si annida in noi.”
Ueshiba Morihei, (O’ Sensei)

e0e66-tantagente2
Nel Dojo è data particolare attenzione e valore al rispetto reciproco e alla collaborazione tra i praticanti, atteggiamento che permette di  avere un ambiente sereno in cui crescere insieme  in amicizia e mutua prosperità –  è il principio giapponese  “Ji Ta Kyo Ei”: io e gli altri progrediamo insieme.

a7b14-saluto

La parola Aikido è composta da tre ideogrammi
Ai – armonia
Ki – spirito o energia
Do- Via
e si possono tradurre come:  Via dell’armonizzazione dell’energia

b66a0-scritta

BENEFICI DELLA PRATICA
La pratica costante dell’’Aikido migliora le capacità motorie, aumenta la scioltezza, l’agilità e la coordinazione. L’atteggiamento corporeo dell’Aikido aiuta ad eliminare rigidità e  inutili tensioni muscolari, porta ad acquisire progressivamente una postura ferma ma rilassata e abitua il corpo all’esecuzione di movimenti più eleganti ed armoniosi.

67844-movimento

L’AIKIDO E’ UNA FORMA DI DIFESA PERSONALE?
Tra le sue tante applicazioni, l’Aikido, può anche essere utilizzato come sistema di autodifesa. Personalmente ritengo che definire e intendere l’Aikido come sistema di autodifesa sia riduttivo: sono convinta che agire in questi termini sia rinchiudersi in una corazza che crediamo ci protegga ma che invece non ci permette di evolvere.
La pratica dell’Aikido e dei suoi principi ci permette di sviluppare le nostre migliori potenzialità attraverso l’esercizio di consapevolezza, presenza mentale, connessione profonda con noi stessi, i nostri partner di pratica e con ciò che ci circonda.
Il Dojo è il luogo in cui possiamo sperimentare la vita attraverso l’Aikido per poi portare l’Aikido nella vita.

c9e27-disarmopiscina

LA PRATICA
L’Aikido utilizza il principio della “non resistenza”,  la risposta ad un evento inatteso non è resistere  o utilizzare la forza: entrambi possono garantire un successo momentaneo ma non la risoluzione definitiva del conflitto.
Possiamo invece rispondere e risolvere il conflitto in maniera creativa e spontanea  con l’accettazione consapevole, la presenza mentale e in assenza di giudizio.

5aae1-elenaeunaaltro

La pratica sincera ci mette a nudo e ci apre la meravigliosa possibilità di conoscere meglio noi stessi e di liberarci da inutili sovrastrutture.
In un Dojo di Aikido, anche grazie alla mancanza di finalità agonistiche, è possibile trovare persone di tutte le età e di entrambi i sessi, che praticano con soddisfazione, ciascuno secondo per le proprie possibilità.

ddb85-antocully

Focus condiviso in molte Arti Marziali è la ricerca del colpo perfetto, il colpo decisivo che neutralizza l’avversario ponendo così fine al combattimento.
L’Aikido non contempla quest’intenzione come primaria, mentre incentiva la risposta libera e consapevole calibrandola in base alla situazione.
Altrettanto importante è il costante controllo di noi stessi e del nostro corpo attraverso la presenza mentale, connessione tra corpo e mente e accettazione dell’imprevisto e dell’ignoto .

Alcune citazioni (doka) del Fondatore O’Sensei Morihei Ueshiba:

2af89-ueshibaa

“La pratica dell’Aikido promuove il valore, la sincerità, la magnanimità e la bellezza, e rende anche il corpo forte e sano. Nell’Aikido non ci addestriamo per imparare a vincere; ci addestriamo per imparare ad uscire vittoriosi da ogni situazione”

“Il segreto dell’AIKIDO non consiste nel modo di muovere i piedi, ma in quello di muovere lo spirito. Non vi insegno le tecniche di un’arte marziale, vi insegno la non violenza”.

“La vera vittoria è la vittoria su se stessi. Qui e ora.”

CHI SONO
Ho iniziato la pratica delle Arti Marziali da ragazza. Il mio primo amore è stato il Judo, che ho praticato anche a livello agonistico per svariati anni. Dopo una breve parentesi d’assaggio del Karate Shotokan ho lasciato le Arti Marziali per dedicarmi ad altre attività sportive altrettanto gratificanti.
La passione e l’amore per le Arti Marziali però è sempre rimasta viva e, complice la lettura di un libro sull’Aikido, al ritorno dalle ferie estive ho deciso di cercare un Dojo in cui poter provare l’Aikido.
Sono stata molto fortunata: ho assistito ad una lezione del Maestro Alberto Boglio.
802b8-conalberto

Spiegava le tecniche con l’aiuto di Marco, il suo allievo più anziano. Vedere l’armonia e la fluidità con la quale si muovevano mi ha fatto capire di aver trovato quello che cercavo, un mondo in cui continuo a stare con grande amore ed entusiasmo.
Da allora sono passati tanti anni: ho incontrato nuovi amici, fatto tante esperienze e continuo ad essere sempre più innamorata dell’Aikido e certa che è la Via che voglio percorrere.
109f9-conalberto2

Attualmente sono 3° Dan e dal 2009 ho iniziato ad insegnare in un Dojo tutto mio…..l’ho voluto chiamare Aiki No Kokoro Dojo….lo spirito dell’Aiki.
L’inizio di questa esperienza nasce grazie ad una persona ed amica speciale, Gisella, e al supporto e aiuto di mio marito Roberto anche lui insegnante di Aikido: compagno di Vita e di pratica.

ISPIRAZIONE E DIDATTICA
L’Aikido è un’Arte viva e libera, in continua crescita ed evoluzione e per me, fonte di continue ispirazioni.
Il mio percorso tecnico fa riferimento alla scuola da cui provengo – Dentoo Iwama Ryu – in cui si sviluppa sia la pratica a mani nude che con le armi.
Altrettanto importante per l’aspetto evolutivo spirituale è il percorso proposto dai Maestri Miles Kessler e Patrick Cassidy , fonte d’ispirazione di come l’Aikido possa essere vissuto a 360° sia sul tatami che nella vita.
Credo che si possa e si debba attingere ovunque, perchè chiunque pratichi con sincerità, apertura mentale e libero da pregiudizi,  contribuisce alla crescita di questa Arte meravigliosa: per me è bello onorarla accogliendo ogni spunto che mi permette di crescere e migliorare.

CORSI
Negli anni di pratica nelle varie Arti Marziali ho sempre visto sul tatami un numero esiguo di donne, forse perchè nell’immaginario collettivo sono viste come prerogativa maschile in un contesto ritenuto aggressivo e poco femminile.
Il contributo femminile arricchisce molto l’Aikido e possiamo esprimere al meglio, amplificandole, le nostre qualità naturali di accoglienza, ricezione,  morbidezza e adattamento.
Ho constatato sul campo la trasformazione avvenuta nelle donne che hanno scelto di praticare Aikido, spesso le ho viste fiorire stupite delle loro stesse potenzialità e acquistando man mano maggior sicurezza e determinazione.
62dbe-pratica

Credo profondamente nell’Aikido e nelle sue immense potenzialità e, il pensiero e la voglia di condividere questa bellezza, mi hanno portato a scegliere di iniziare questa avventura con un corso di Aikido “al femminile”, pensato per il modo di sentire delle donne.
Col tempo al corso si sono uniti anche degli uomini: è stata un’evoluzione spontanea e naturale in cui l’energia maschile e femminile si sono miscelate creando una nuova e bella armonia.
Il viaggio è ancora lungo e ci aspettano ancora altre trasformazioni.
37716-salutoioncircolo

Annunci